Home | Servizi | Mitigazione edifici
Mitigazione edifici
Il meccanismo che permette al gas Radon di penetrare nei luoghi chiusi è la piccola depressione che esiste tra l'interno degli edifici ed il suolo, dovuta alla differenza di temperatura tra l'interno dell'edificio (più caldo) e l'esterno (più freddo). Questa depressione provoca l'aspirazione dell'aria dal suolo, ricca di radon, verso l'interno dell'edificio. 

Protezione Radon interviene modificando passivamente (senza l'ausilio di ventole meccaniche) il regime delle pressioni. Impedisce l'instaurarsi del differenziale depressivo con sigillanti che bloccano la conduzione dell'aria del suolo, ricca di radon, all'interno dell'abitazione. 

Oppure impedisce l'instaurarsi del “gap depressivo” agendo sulla ventilazione naturale che riporta in equilibrio le condizioni di pressione interne ed esterne sfruttando l'effettocamino”. 

Nel caso di elevate concentrazioni interviene con modifiche attive (aspiratori meccanici). Queste modifiche possono essere usate per diversi scopi:
  • Risanamento tramite ventilazione forzata del vespaio.
    > Nel caso di edificio con vespaio si potenzia il regime di ricambio d'aria impedendo al gas radon di concentrarsi nell’intercapedine. 

  • Risanamento tramite pressurizzazione del vespaio o del terreno a ridosso dell'edificio.
    > Si crea un cuscinetto d'aria in pressione tra suolo ed edificio non permettendo all'aria del suolo, contenente gas radon di penetrare all'interno della soletta. 

  • Risanamento tramite depressurizzazione del suolo.
    > Se il gas radon entra all'interno dell'edificio sfruttando il gap depressivo naturale si modifica la pressione del terreno in modo da invertire le dinamiche di pressione tra edificio e suolo.

La bonifica passiva degli edifici esistenti non comporta alcun costo di esercizio, mentre la bonifica attiva comporta dei lievi costi di alimentazione elettrica dell'aspiratore.